senza titolo

…ci sono cose che ti vorrei dire,
ci sono abbracci che ti vorrei donare,
ci sono emozioni di cui ti vorrei far partecipe,
ma tutto ciò mi spaventa:
non voglio perdere la semplice e preziosa felicità con cui ci godiamo i nostri momenti assieme…

Piacevole presenza e preziosa assenza,
intensa attesa e meravigliosa intesa.

Annunci

pensieri tra Samhain e Yule

… la Terra risponde sempre…
ti accorgi di amarla quando, anche in una giornata atmosfericamente pessima di novembre, sorridi osservando la nebbia condensata sulle ultime foglie degli alberi e sui fili d’erba e al pensiero di meraviglia, due daini attraversano davanti a te la stradella di campagna che stai percorrendo solitaria, nella bruma del tramonto…
la Terra risponde sempre…
credo nella Terra…
amo la Terra…

passato, presente e futuro

A volte succede, nella routine del presente, che  ti volti indietro e pensi: “ma che avevo per la testa???
poi sorridi e vai avanti lasciando al ricordo il tempo che trova nel rincorrersi degli eventi del presente e delle intuizioni per il futuro …

nel cammino per la conoscenza ogni giorno accumuliamo qualcosa
nel cammino per la saggezza ogni giorno abbandoniamo qualcosa
(antico proverbio tibetano)

oggi va così 🙂

Sottile splendore…

Vi siete mai soffermati ad ammirare la luna  crescente?
Dormire sotto la luce delle stelle, al calore di un allegro bracere…
Sentire l’erba fresca sulle mani e l’odore di muschio e della resina degli alberi…
il profumo dei fiori e del fuoco di legna…
Non importa la compagnia, poichè chiunque ami la natura resterebbe in rispettoso silenzio…
Poichè anche le stelle hanno un suono, un costante sottofondo di sottile splendore…
 
 

un’ armonia…

L’imbrunire del giorno…
l’ultima luce d’estate che filtra il tessuto…
e sei lì in attesa…
con le tue forme dolci
scolpita dai migliori liutai nel legno del ciliegio…
Messaggero del sogno, il Cigno incide la tua pelle…
Bianchi petali e il Cane dimorano sul tuo ventre…
al vento le tue corde cantano…
Ma non c’è vento, la finestra è chiusa…
eppure la tua voce è nella mia testa…
suadente è il tuo invito ad avvicinarmi…
creativa follia e piacevole timore è il tuo canto che mi chiama…
la tua spalla sulla mia,
docilmente ti lasci abbracciare…
Ancestrale silenzio…
Sfioro le tue corde, musa e voce dei bardi…
e come per magia, antica follia, ebbrezza della mente…
canti…
Canti ciò che la mente mi suggerisce…
canti…
canti di coloro che furono…
eroi e dei,
guerrieri e sagge donne
antiche malie
e notti nei boschi al chiarore della luna
che anche ora ci illumina
col suo argenteo splendore.
Ancora canti…
canti delle acque e del vento,
canti delle montagne e del fuoco…
canti…
canti dell’armonia antica delle terre da cui provieni…
canti ciò che strumento e uomo possono diventare
canti…
canti l’Armonia Antica della Terra…

« Older entries